Friday, December 12, 2008

Odio la televisione

La tv danneggia il tuo senso critico e quello di chi ti sta intorno
La tv danneggia il tuo senso critico e quello di chi ti sta intorno
Io da anni non sopportavo i programmi banali e mi limitavo a guardare selettivamente quel poco di buono che trasmettevano. Da pochi mesi ho deciso rompere definitivamente e di non guardare più la TV. Ecco le mie ragioni.

Mi dà fastidio la pubblicità, che non è mai utile ed è sempre ingannevole, ripetitiva e viene trasmessa a volume rialzato.

Mi manda il bestia il tono cantilenato di quasi tutti gli speaker. Dovrebbero tutti frequentare dei corsi di dizione della Lingua Italiana, quella con le maiuscole. Il buonismo e il cinismo di quasi tutti i giornalisti poi non lo sopporto proprio.

In cucina i miei tengono una vecchia televisione da 26 pollici a nemmeno un metro di distanza dal tavolino e non vogliono fare a meno di guardarla durante i pasti ad alto volume. Io che non la sopporto proprio sono giornalmente costretto a prendere tutti i miei pasti rintanato nella mia stanza, dove pure giungono chiari e distinti gli odiosi dialoghi trasmessi. Anche quando andiamo in vacanza stessa storia: bisogna sempre pranzare e cenare davanti alla televisione. Ci si salva (purtroppo) solo quando c'è un grave lutto e anche in questo caso per un giorno solo.

Odio in particolare un programma che trasmettono ogni sera in cui si possono vincere dei soldi solo scegliendo alcuni pacchi da aprire, senza rischiare di proprio nemmeno una lira e senza avere alcun merito. E' quindi peggiore di un gioco d'azzardo e assuefarvisi è altamente diseducativo.

Ho sostituito la TV con Internet e con il cinema, i DVD, i DivX, i libri (in formato elettronico e non) etc. Ci si diverte di più, si impara di più, si possono approfondire gli argomenti e la visione si può interrompere e riprendere quando si vuole.

Chi ha bisogno più della televisione? E' un vecchio media che è stato mal adoperato, ma anche se fosse altrimenti, oggi non ha più ragione di esistere. Nel 2008 uno può e deve poter scegliere cosa vedere, il broadcasting è un metodo di comunicazione ormai superato.

Da quando non guardo più la televisione e investo il mio tempo in maniera più intelligente (e dilettevole anche) ho subito notato piacevoli miglioramenti: ho una migliore coscienza critica, la mia memoria e la capacità d'attenzione sono migliorate, sto imparando bene l'inglese perché vedo anche film non doppiati con sottotitoli originali, sono pieno di interessi e non mi annoio mai.

Televisione: se la conosci, la eviti. Se la conosci non uccide la tua intelligenza naturale.

No comments: